AMORE: ex, il ritorno

Ex, il ritorno.

Ti è mai capitato di voler riconquistare il tuo ex o che lui volesse tornare con te?
Storie di ragazzi che hanno già passato questa fase.

Sembra quasi il copione di una telenovela di seconda scelta, eppure capita abbastanza spesso che un ex si rifaccia vivo o che a noi venga un ripensamento a rottura ormai completa.
Questo non vuol dire che dall’altra parte ci sia ancora lo stesso interesse, ma se così fosse?
Scopriamo l’esperienza di tre ragazzi che si sono confidati con noi.

1. Hai mai desiderato riconquistare un tuo ex?

Carrie: si ed avevo anche comprato un anello con diamante da regalargli, se non fosse che nel frattempo lui si era già fidanzato con un altro a tempo di record e così tutti i miei progetti sono saltati e l’anello ora è sul fondale di un fiume.

Valerio: diciamo che razionalmente no, anche se in seguito a un tradimento ricevuto ho avuto una specie di accanimento di senso di riconquista che però non ho mai attuato.

Salvatore: mi è capitato un paio di volte, ma solo col mio primo ragazzo è capitato.

2. Hai mai subito avances da un ex?

Carrie: si è successo, mi ha mandato regali, mi ha tempestato di sms e chiamate ed alla fine io ho ceduto e siamo tornati insieme.

Valerio: no.

Salvatore: si, ma le ho ignorate, se chiudo un rapporto non ne voglio più sapere di lui.

3. Da cosa hai capito che con lui era davvero finita?

Carrie: dal fatto che in poco tempo ha dimostrato di non essere cambiato per niente, commettendo gli stessi errori di prima.

Valerio: nelle poche e limitate esperienze che ho avuto tutto ciò che si doveva concludere l’ho concluso. Nel caso citato alla domanda 1, come specificato, si trattava probabilmente solo di voglia di riscatto ma irrazionale.

Salvatore: il rimettermi con lui è stata la prova che non c’era più un futuro, non credo nelle seconde possibilità.

4. Quante volte hai pensato ad un ex mentre eri con un altro?

Carrie: mai, se non per citarne dei ricordi, ma la sua mancanza non si è mai avvertita. Non ci sarei stato insieme se avessi avuto ancora dei conti in sospeso con l’altro.

Valerio: più volte, in positivo e in negativo, soprattutto all’inizio del secondo rapporto c’è la tendenza a fare confronti, anche se magari non sembra avere molto senso.

Salvatore: è capitato, ciascuno ti lascia un segno dentro di te che non puoi cancellarlo, io a volte mi fermo a ripensare ai momenti belli o meno.

5. Cosa ti manca di più del vostro rapporto?

Carrie: terreno minato questo! Sicuramente l’equilibrio che avevamo trovato nella vita di tutti i giorni, quei gesti che per molti sono scontati e che per me avevano un valore inestimabile.

Valerio: niente di cui valga la pena… Forse la logistica: ero più comodo. e iluoghi e le persone frequentate assieme.

Salvatore: la sua fisicità, era un rapporto ricco di sesso e mi piaceva.

6. Hai mai sperato di incontrarlo per caso?

Carrie: mi divido in due: da un lato ho paura che se lo incontrassi finirei per ricadere nel turbinio di sentimenti assopiti nel mio io più profondo, dall’altro avrei paura che il rancore di come ci siamo lasciati possa avere il sopravvento… non so di cosa sarei capace di fare o dire!

Valerio: no. Al contrario, i primi tempi ho temuto. Ma in realtà con Facebook e i social network siamo più esposti agli inciampi virtuali che a quelli reali.

Salvatore: è indifferente, lo saluterei di sicuro, ma nulla di più.

7. Hai mai usato il tuo ex come scusa per allontanare un altro ragazzo?

Carrie: fortunatamente non ho mai avuto bisogno di simili stratagemmi, preferisco essere sincero e diretto.

Valerio: no..non ancora. È una tattica a cui non avevo pensato.

Salvatore: si, ogni volta che un rapporto si fa complicato e mi sento il cappio alla gola è la scusa perfetta.

8. Cosa hai provato quando hai saputo che aveva un altro?

Carrie: da un lato ero felice per lui, l’avevo lasciato non perché non l’amassi più ma per evitare di ferirlo e saperlo felice rendeva tale anche me, ma al tempo stesso mi ha distrutto, c’è voluto un anno e mezzo perché superassi il dolore.

Valerio: indifferenza tendente alla contentezza per lui con un briciolo di stupore ma anche scetticismo.

Salvatore: sinceramente non me ne frega niente, io mi faccio la mia vita, lui la sua.

9. Cosa rende il tuo ex diverso da tutti gli altri?

Carrie: molte cose, soprattutto l’intesa e la nostra capacità di capirci al volo con un semplice sguardo. In più è l’unico ad avermi fatto provare un orgasmo senza nemmeno che io mi toccassi.

Valerio: sicuramente il coraggio e la faccia tosta di osare con un positivo spirito di iniziativa ma condita da qualche goccia di ipocrisia e presunzione.

Salvatore: la maniacalità per le date: il giorno che ci siamo conosciuti, quello in cui ci siamo incontrati, il primo bacio, la prima volta che abbiamo fatto sesso,… un incubo.

10. Saresti disposto a tornare con un ragazzo che ti ha tradito?

Carrie: solo se fossi perdutamente innamorato, come nel caso del mio ex.

Valerio: sì. Dipende in che termini lo ha fatto, dalle intenzioni e dalle circostanze. E dalla sussistenza e forza del sentimento di amore. Senz’altro sarebbe un venir meno del piano di appoggio della fiducia di coppia. Ma non ritengo sarebbe irreparabile. Se viene percepito come irreparabile forse è perché ci sono crepe profonde che non si ha la volontà reciproca di re-incollare.

Salvatore: non torno con quelli che ho tradito io, figuriamoci se mi tradisse lui.

11. Dopo quanto tempo dalla rottura hai provato il desiderio di un riavvicinamento?

Carrie: praticamente 5 minuti dopo, ero perdutamente innamorato e l’avevo lasciato per proteggerlo da me stesso, con tutto quello che ci era capitato avevo paura di ferirlo con chissà quale scenata alla prima lite, ma la voglia di lui non si era mai attenuata, nemmeno per un istante.

Valerio: credo tra i 6 e i 9 mesi…ma forse solo perché cadevano le festività natalizie e il pandoro Bauli insegna: a Natale siamo tutti più buoni.

Salvatore: credo sia una fase normale che subentra entro il primo mese, se la superi è fatta e puoi rimetterti in gioco fin da subito.

12. Il tuo ex è fra i tuoi amici su Facebook?

Carrie: lui no, si è cancellato dopo poco, ma gli altri si e di tanto in tanto chiacchieriamo in chat.

Valerio: sì, lo è ancora, tra i tanti.. ma non seguo quasi per nulla i suoi aggiornamenti, non che abbia nulla, semplicemente perché di recente non seguo più tanto fb, un po’ per pigrizia un po’ per disinteresse. Certo, i primi tempi non guardavo il suo profilo apposta. Poi invece ho deciso di guardarlo in cerca di conforto.

Salvatore: non lo so, non ho Facebook e non mi interessa averlo in futuro.

13. E nella realtà, l’amicizia con un ex è possibile?

Carrie: io credo di si, mi piace pensarlo, ma tutto dipende da una serie di fattori che non possono essere ignorati, primo fra tutti che la fine della storia avvenga in modo pacifico.

Valerio: sì. Si possono avere rapporti amichevoli e pure amicali. Col mio fidanzato attuale è capitato che uscissimo col suo ex. Invidio chi riesce a tenere rapporti amicali col/coi proprio ex.

Salvatore: credo di si, ma non per me, continuerei a vedere in lui cose che, nel bene o nel male, mi ferirebbero come i bei ricordi insieme.

14. E se il tuo ragazzo restasse in contatto con il suo ex, come la prenderesti?

Carrie: la cosa un po’ mi infastidirebbe, in fin dei conti sono un po’ geloso, ma saprei dargli fiducia e magari mi piacerebbe conoscerlo, dopo tutto se sono rimasti in buoni rapporti non sarò io a far si che resti fuori dalla sua vita.

Valerio: non ci trovo nulla di male nella misura in cui questo non interferisca col rapporto. Credo che un rapporto d’amore si basi anche sulla consapevolezza e anche una sana presunzione di amore reciproco. Certo dell’amore del mio fidanzato, non ho problemi di questo tipo né gelosie dirette in generale.

Salvatore: dovrebbe fare una scelta: o lui o me, non permetto promisquità nelle mie relazioni.

Lascia un commento

Il tuo indirizzo email non sarà pubblicato. I campi obbligatori sono contrassegnati *