LA PRIMA VOLTA: farlo o non farlo? E come farlo?

La prima volta fra paura ed eccitazione.

Viaggio alla scoperta di uno dei passi più importanti della nostra vita: il primo rapporto sessuale.
Ma siamo sicuri che sia tutto rose e fiori ciò per cui tanto abbiamo fantasticato?

Fare sesso è un po’ come respirare ed a quanto pare i gay respirano davvero tanto.
Non esiste comunità al mondo che dia un’importanza e che pratichi tanto sesso quanto gli omosessuali.
Probabilmente saremo più diretti, avremo meno freni inibitori o forse abbiamo mezzi più efficaci degli etero, ciò non toglie che la prima volta è sempre complicata e non in tutti i casi soddisfa le proprie aspettative.
Ne abbiamo parlato con voi in chat ed ecco i risultati.

Simone > 22 anni > Bologna (Bo)

La prima volta è stato un momento che avevo aspettato a lungo, ero pieno di dubbi ma la voglia aveva il sopravvento.
Avevo sempre pensato che l’avrei fatto col mio fidanzato, ma poi mi chiedevo “Se poi ci lasciamo? Avrei sprecato un’opportunità unica nella mia vita”, così ho deciso di farlo con un mio carissimo amico.
Lui era più grande di me e di sicuro molto esperto in materia, tanto che al momento della penetrazione il dolore che ho provato è durato pochissimo lasciando subito il posto al piacere.
Purtroppo oggi non ci frequentiamo più come un tempo, abbiamo preso entrambi strade diverse, ma non mi sono mai pentito della mia scelta.

Stefano > 18 anni > Trieste (Ts)

Un incubo, ecco cos’è stata la mia prima volta, un’esperienza da dimenticare, cancellare, distruggere.
Eravamo entrambi vergini e ci frequentavamo da un mesetto, così abbiamo creduto fosse il momento per provare a fare il grande passo.
Nessuno dei due aveva chiaro cosa fare, si avevamo visto centinaia di film porno, ma un conto è la finzione, un altro la realtà.
Finché ci siamo limitati ai preliminari tutto è andato bene, non era la prima volta che ci concedevamo un po’ di piacere, ma quando siamo arrivati al dunque.
Ricordo solo un colpo di reni violentissimo ed un dolore lancinante che non si placava mai, al contrario, aumentava ad ogni colpo successivo.
Abbiamo provato a scambiarci i ruoli dopo pochi minuti, ma anche lui mi ha supplicato di smettere.
Col tempo e grazie a nuovi partner ora so cosa e come fare, il sesso ora è davvero un piacere, ma quella volta resta solo un brutto incubo

Lorenzo > 20 anni > Pavia (Pv)

Da quando scopri per la prima volta il piacere dell’orgasmo, automaticamente cominciai a desiderare di provarlo grazie al sesso vero e proprio, questo è innegabile.
Credo che, per come l’ho vissuto io, sia sempre meglio affidarsi a qualcuno che sappia metterti a tuo agio e che disponga dell’esperienza per renderlo piacevole anche al proprio partner.
La mia prima volta è stata con il mio primo fidanzato.
All’inizio ho provato un forte dolore, nonostante i suoi mille accorgimenti e il suo fare lento, poi piano piano è calato, ma mai sparito.
Quello che non mi è piaciuto è stato il fatto che, una volta che lui è venuto, si è accasciato sul letto lasciandomi lì senza fare più nulla, tanto che, ancora dolorante, sono andato in bagno e mi sono masturbato.
Non ti nascondo la mia profonda delusione del momento e mi sono ripromesso, nel caso fosse toccato a me far perdere la verginità a qualcuno, di far si che sia sempre lui quello a venire per primo, proprio per non infrangergli tutte le aspettative che si era costruito nella sua mente in anni di fantasie.
E così ho fatto quando è successo.

Piccolo intervento di Carrie.

Ormai sono per questo sito un po’ come il prezzemolo in cucina: ovunque.
Avete notato che, nella quasi totalità dei casi, il primo rapporto sia sempre da passivo?
Pochi, una piccola cerchia di eletti, sono coloro che per la prima volta hanno avuto un ruolo solo attivo.
Come direbbe una parodia di un famoso cartone animato: il demone passivatore colpisce fin dalla prima volta.

Lascia un commento

Il tuo indirizzo email non sarà pubblicato. I campi obbligatori sono contrassegnati *